venerdì 17 maggio 2013

Giorni strani

Aggiornamento: ci siamo trasferiti e organizzati nelle stanze che potremo continuare ad usare anche quando sarà aperto il cantiere. Una sistemazione di relativo lusso eh, non ci possiamo certo lamentare. Avremo tutto ciò che serve, anche se un po' ristretto e incasinato (e impolverato... ARGH)
Sto cercando di prenderla come una vacanza. In campeggio. 
Poi a me non piace il campeggio, ma questo che c'entra?

Sono felice, impaziente, emozionata, anche un po' ansiosa e già nostalgica per la mia "vecchia casa" che sta già iniziando ad essere stravolta. Ma è normale, dai.

Quando è possibile, cerco di coccolarmi un po' per non impazzire prima del tempo, mi sono concessa qualche acquistino gratificante che mi terrà compagnia nei momenti in cui rimpiangerò le comodità della mia casa (dei bei gomitoloni per il mio uncinetto e qualche libro) e mi rilasso curando il nonOrto, di cui vi lascio una diapositiva: 

 

L'altra sera abbiamo mangiato un po' di lattughino e spinaci in insalata. 
Ero così orgogliosa che facevo la ruota come un pavone. tzè.

4 commenti:

  1. auguri per il campeggio...vi auguro che duri poco!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena! Chissà... Vi terrò aggiornate. Un bacione

      Elimina
  2. Altro che NONorto, SUPERorto! Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *___* PS oggi mia nonna mi ha un po' presa in giro perché le mie baby ortiche ancora non pungono....

      Elimina