domenica 16 febbraio 2014

La spesa di domenica, in volata.

Dunque... pollo, latte, uova, banane, fagiolini, piselli, fusilli integrali... L'ho già preso il latte? Ah già, sì.

Ve l'ho mai detto che sono cintura nera di spesa? In 20 minuti netti riempio il carrello per una settimana esatta. Di solito preferisco integrare la spesa al super con il fruttivendolo e lo specializzato per i detersivi... Ma quando ti viene in mente che hai il frigo deserto dopo una settimana di influenza alle 12:30 di domenica, tornare a casa alle 13:15 con due sporte che ci permetteranno di sopravvivere almeno fino a venerdì è già una discreta conquista...

Ma non era mica di questo che volevo parlare. Oggi, mentre attraversavo la corsia delle conserve, deserta, ho visto una scena bellissima. Di quelle che ti ripassi mentalmente prima di addormentarti e  metti nell'elenco "cose belle di oggi".

Un papà giovane, avrà avuto un paio di anni più di me, che ha dato una spinta bella lunga al carrello con dentro la sua bimba e ha corso dietro al carrello in corsa per quasi mezza corsia. Mi sono rimasti impressi i suoi occhi. In quel momento, mentre lei rideva forte e lui faceva gridolini pazzi, gli brillavano gli occhi. Era bambino tanto quanto lei.

Si è accorto che non erano soli, ha incrociato il mio sguardo e ha fatto l'espressione di chi ha appena combinato una marachella, scambiandosi uno sguardo complice con la bambina seduta sul seggiolino. 

Bene, anche questo è uno degli ottimi motivi per cui fare un figlio. Aggiungo alla lista.

4 commenti:

  1. Quando dici 'ste cose... vorrei conoscerti di persona per abbracciarti fortissimo!!!

    RispondiElimina
  2. che scena meravigliosa :) quando vedi o vivi queste cose effettivamente ti accorgi che non c'è nulla di più bello al mondo di avere dei figli. Bello il blog e divertente il post se ti va passa da me www.mammachevita.it

    Giada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giada, grazie! Passerò presto a trovarti :) a presto

      Elimina